L'Analisi

Maturità digitale delle aziende in Italia

Analisi sulla capacità delle aziende italiane di sfruttare al meglio gli strumenti digitali.

Maturità digitale delle aziende italiane

Il documento analizza i siti web di oltre 6 mila aziende italiane con un fatturato, nel 2019, di almeno 5 milioni di euro. Grazie alle informazioni raccolte, è stato possibile valutare il grado di maturità delle aziende anche a livello di settore industriale (livello 1 e 2 del codice ATECO) che a livello di provincia

Compila il form e scarica l'analisi gratuitamente.

Riceverai un’email con il link per il download del pdf.

    (*) Campi obbligatori.







    Dalla ricerca emerge un enorme spazio di miglioramento digitale per tutti i settori

    – ha commentato l’autrice Valentina Tortolini, Head of Research di ByTek (gruppo Datrix).

    Le prime aziende che sapranno accelerare avranno ottimi benefici. Le priorità su cui concentrarsi sono tre.

    1. Il governo del dato digitale, infatti abbiamo riscontrato che troppe aziende non utilizzano ancora strumenti di analytics o comunque quelli che usano sono troppo basici, quando invece la capacità di conoscere i clienti target in modo profondo attraverso i dati di prima parte, quelli rilasciati direttamente dagli utenti sui siti delle aziende stesse, è ormai indispensabile e alla portata di tutti.
    2. Il presidio delle ricerche degli utenti su Google per sapere cosa e come cercano i clienti, individuare spazi lasciati liberi dalla concorrenza e conseguentemente comunicare e fare marketing efficacemente.
    3. L’esperienza dell’utente a livello digitale perché purtroppo ancora si prediligono scelte basate sul gusto e non sui dati e sulla performance. Da tutte e tre le aree di priorità appena descritte emerge che non ci può essere trasformazione digitale senza una preventiva trasformazione nell’utilizzo dei dati interni ed esterni da parte delle imprese.

    In questo senso l’accelerazione alla crescita oggi è offerta da soluzioni basate sull’Intelligenza Artificiale, accessibili in termini di costo anche per le aziende più piccole, senza necessità di assumere data scientist o pesare sugli eventuali team IT presenti ma già troppo carichi.

    Ringraziamenti

    I dati analizzati e presentati in questo rapporto sono stati raccolti anche grazie ad un progetto inserito nei percorsi trasversali per l’orientamento, ex alternanza scuola lavoro, che ha visto la collaborazione della nostra marTech company ByTek, dell’Università della Tuscia e dell’Istituto Tecnico Economico “Paolo Savi” di Viterbo. In particolare si ringraziano la professoressa Barbara Pancino dell’Università della Tuscia, la dirigente scolastica, professoressa Paola Bugiotti, e le professoresse R. Baruzzi, N. Orlando, A. Sacchi dell’Istituto Paolo Savi. Un particolare ringraziamento va poi ai 114 studenti del Paolo Savi che hanno raccolto minuziosamente i dati.